Paolo Vitali & Sonja Brambati
Larioclimb | Larioski | Bike | Qualido | Val di Mello | Masino-Bregaglia
Scialp | Alta Valtellina | Lecchese |Viaggi-Trips | Bibliografia |
@mail
 

La spiacevole vicenda con il Gruppo Ragni 
e la querela per diffamazione da parte di Agostino Da Polenza

Sintetizziamo di seguito gli avvenimenti principali che hanno portato alla clamorosa dimissione "di gruppo" "dal Gruppo" con relativi documenti ed articoli.

  • Paolo entra a far parte del Gruppo Ragni nel 1982 a soli 18 anni, con grandi sogni giovamili ed ammirazione per i personaggi della storia del Gruppo. Sonja diventa socia, unica donna nella storia del Gruppo, nel 1992.
  • Prime soddisfazioni di Gruppo con le due spedizioni in Patagonia, al Cerro Murallon prima ed alla Aiguille Poincenot e Cerro Torre poi; quindi un susseguirsi di grandi delusioni per come il gruppo considera i nuovi obiettivi in stile leggero a montagne "minori".
  • Primavera 1996: il Gruppo rifiuta oltre al modesto contributo economico anche il patrocinio morale a Paolo e Sonja per la programmata spedizione al pilastro del Nalumasortoq in Groenlandia.
  • In seguito a questo rifiuto esprimiamo il nostro rammarico in una lettera al Gruppo ed al C.A.I. sez. di Lecco, approfittando dell'occasione per esprimere i nostri dubbi sulla direzione del Gruppo e del suo stato di salute.
  • Dopo la riunione del 28 Novembre 1996, in cui si ammetteva nel Gruppo Agostino Da Polenza e si perseguiva nella direzione delle grosse spedizioni agli 8000, insieme ad altri 6 forti alpinisti del Gruppo (Marco Ballerini, Norberto Riva, Dario Spreafico, Maurizio Garota, Floriano Castelnuovo, Umberto Villotta) decidiamo di rassegnare le dimissioni con una lettera aperta:
  • 6/12/96 Lettera aperta di dimissioni dal Gruppo Ragni della Grignetta.
  • 10 Dicembre 1996: il Consiglio direttivo del Gruppo Ragni (Pinuccio Castelnuovo, Marco Negri, Pierangelo Tentori, Carlo Aldè, Davide Pennati, Sergio Ghiraldini, Carlo Colombo Pisati) con un comunicato stampa ravvisa nelle nostre dimissioni "il mancato rispetto delle buone regole sociali, alpinistiche, sportive e morali, e decide di accettare all'unaminità le dimissioni".
  • Numerosi quotidiani nazionali oltre che locali riprendono il fatto; a nostro avviso pero' distorcendo il senso della lettera a loro piacimento, in particolare interpretandola come una "lotta contro gli sponsor" da noi mai nominati. In particolare Il Corriere Della Sera  del 10/12/96 riporta un'intervista a Toni Valeruz (!) ed il solo nome di Sonja anziche' di tutti gli otto dimissionari.
  • Agostino Da Polenza querela per diffamazione solo "Sonja" (e non tutti gli otto firmatari!) al tribunale di Milano.
  • In nostro favore si schiera apertamente solo Silvia Metzeltin, in particolare con i due successivi scritti:
  • La Rivista del CAI - Marzo/Aprile 1997 - pag.15-17 - Uno strappo nella ragnatela, di Silvia Metzeltin.
    LE ALPI VENETE - primavera/estate 1997 - Alle soglie del 2000 cambiamo musica?  di Silvia Metzeltin.
  •  Solo un paio di altri "anonimi" si schierano dalla nostra parte con opinioni sui giornali locali.
  • Il Pubblico Ministero Dott.Chiaro dispone l'archiviazione del procedimento penale a carico di Sonja.
  • Agostino Da Polenza si oppone all'archiviazione del procedimento.
  • Dopo un'udienza dal GIP, presente Sonja e Da Polenza con rispettivi avvocati, il Giudice del Tribunale di Milano Dott.Maria Cristina Mannocci in data 17/11/98 dispone l'archiviazione del procedimento.
  • Testo della sentenza del GIP.
  • L'esito del procedimento viene ignorato dai mass media, dalle riviste specializzate e dalle istituzioni coinvolte, nonostante tutte fossero state informate.
  • A distanza di anni:
  • GianCarlo Scotuzzi, giornalista del Gruppo Mondadori, redattore della rivista online "La Smonda", pubblica un interessante articolo a proposito degli sprechi pubblici in vista dell' Anno della Montagna 2002, fra i nomi che spiccano "Agostino Da Polenza".
    Vedi l'articolo "Lassù sulle montagne della regione" sulla rivista online La Smonda.
    Riportiamo anche in questa sede il testo dell'articolo.
  • Ancora scandali sui fondi destinati all'Anno Internazionale della Montagna:
  • un articolo di Mario Prignano su "LIBERO" di Martedi' 27 Agosto 2002 prima ed uno successivo su l' "ESPRESSO" del 5 Dicembre 2002 segnalano che:
    .....il presidente dell'Istituto per la Montagna Annibale Mottana, su segnalazione del magistrato della Corte dei Conti Simonetta Rosa, ha bloccato i finanziamenti destinati al Comitato Aim (Anno Internazionale della Montagna), circa 5 milioni di €uro, perchè è risultato che la prima tranche milionaria era stata destinata all'azienda di Bergamo "Mountaine Equipe srl. Niente di strano se non che amministratore della Mountaine Equipe srl è Silvana Costoris, moglie di Agostino da Polenza, contemporaneamente direttore esecutivo della Commisione dell' Anno Internazionale della Montagna, presieduto dall'eurodeputato Luciano Caveri, e membro della Commissione di controllo sui fondi destinati all'Aim! Controllore e controllato!
    A seguito dello scandalo Da Polenza rassegna le dimissioni da direttore del Comitato Aim, al suo posto subentra Lino Zani, già istruttore di sci di Papa Wojtyla e del neo-ministro degli Esteri Franco Frattini.

    Altri documenti consultabili on-line


      Altri documenti relativi alla vicenda e alle ricerche "scientifiche" in quota

  • Lettera dell'Alpine Club al Ministero del Turismo di Kathmandu a proposito della costruzione del Lodge "8000 In" adiacente la struttura della Piramide del CNR.
  • Articolo di Carlo Alberto Pinelli a proposito della ricerca scientifica e i suoi limiti.
  • Articolo della Dott.ssa Eva Rocchiati di Salice Terme apparso su La Stampa del 20/8/96.
  • Articolo di Giorgio Spreafico su La Provincia del 27/11/96 sul progetto East 97, che prevedeva "esperimenti" al Colle Sud, poi naufragato e terminato con prove sugli alpinisti nella stessa piramide.
  • Articolo di Giorgio Spreafico su La Provincia del 25/4/97 a proposito di un grottesco "spirito" presente alla Piramide!
  • L'APPENNINO 3/1997 - Editoriale: interista a Silvia Metzeltin di Fabrizio Antonioli.
  • ALP n°144 - Aprile 1997 - pag.9-10 Opinione di Piero Spirito: Vie di fuga, voglia di privato.
  • ALP n°145 - Maggio 1997 - pag.9-10 Opinione di Enrico Bernieri: Liberi Contributi,il lago di Narciso.
  • PARETI n° 40 - agosto 2004 - EDITORIALE di Andrea Genari Daneri: Il K2 a rovescio, controvoce dagli alpinisti indignati.
  • INTOTtheROCKS: 23Luglio 2008 - DOVE VA L'ALPINISMO ITALIANO, di Alberto Peruffo