Arnoga-Val Viola-Corno la Resa-
Passo della Vallacia-Ponte del Rezz
il giro è percorribile anche in senso inverso, con meno dislivello in salita e più in discesa


Note: giro molto panoramico con dislivello limitato ma notevole sviluppo.
Accesso stradale: da Bormio in direzione Livigno fino al tornante di Arnoga dove parte la strada per la Val Viola. Parcheggiare poco oltre il tornante, nei pressi dell'albergo/bar Viola, di fronte al dismesso impiantino di risalita (parcheggio riservato ai clienti dell'albergo).
  Q. partenza: 1850m
  Dislivello: 1000m
  Orientamento: SE
   N la discesa
  Tempo: 3h 
Percorso: percorrere la strada della Val Viola per quasi 4 km, fin dove si dirama sulla destra il sentiero segnalato per il Passo della Vallaccia. Seguire questo sentiero fino al termine del bosco, in prossimità di alcune baite cominciare a salire leggermente verso destra per dossi abbastanza ripidi, quindi una successione di vallette in direzione dell'ampia vallata a forma di ferro di cavallo. Un ultimo risalto porta ad un pianoro di fronte all'anfiteatro formato dalla cresta che collega il Corno la Resa con il Monte Forcellina. Puntare al colle che separa le due elevazioni, seguendo poi la linea della dorsale rocciosa che scende direttamente dal Corno, fino in cima a questo.
Discesa: scendere al colle tra il Corno la Resa ed il Monte Forcellina tenendosi sul lato de La Vallaccia, quindi per pendii a tratti ripidi scendere tenendosi un po' a destra in direzione del Passo della Vallaccia; i pendii più belli portano un po' sotto quest'ultimo. Da qui non si può sbagliare, seguire lungamente il corso sinuoso della Vallaccia fino al Ponte del Rezz; non vi è necessità di rimettere le pelli, solo un po' di spinta a seconda del fondo battuto o meno.
Cartografia: KOMPASS (1:50.000) n°96: Bormio-Livigno-Corna di Campo. CNdS 269. Sci Alpinismo in Alta Valtellina di Antonio Boscacci, edizioni Il Gabbiano 1985. 


Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  Paolo Vitali - www.paolo-sonja.net