Una finestra sulla
Versione stampabile completa
pdf     Bookmark and Share
Cerro Torre e Fitz Roy dalla finestra dell'Estancia El Chalten
Patagonia

Cerro Torre    Photo Gallery    pdf   
9 Gennaio 1987, Paolo Vitali e Marco della Santa
Diciasettesima salita della Via Maestri (via del compressore) allo Spigolo Est
"Dopo una rovinosa caduta durante la discesa dall'Aiguille Poincenot, 70m di volo nel canale con distorsione di entrambe le caviglie, credevo di concludere la mia trasferta patagonica con una tranquilla visita a Hushuaia e la Terra del Fuoco. Poi però non riuscimmo ad anticipare il volo di rientro, e le caviglie migliorarono. L'idea anche solo di mettere la mani sul Torre mi galvanizzava! Dopo un paio di tentativi infruttuosi per il solito maltempo, una schiarita passeggera ci permise un ultimo tentativo in estremis, a tre soli giorni dal volo di rientro in Italia. Il vento tacque fino alla zona delle Torrette, il muro finale dei chiodi a pressione lo salimmo sotto le violente raffiche della imminente tempesta. Toccai con Marco la cima della montagna forse più bella al mondo 19 ore dopo aver lasciato la Spalla. La discesa ci impegnò per altre sette ore nella bufera, per un totale di 26, poco più di una piena giornata per realizzare un grande sogno, per una volta graziati dalla furia della meteo."  P.V.
Cerro Torre

Aiguille Poincenot Aiguille Poincenot  Relazione e Photo Gallery
pdf  
5-7 Dicembre 1986, Daniele Bosisio, Marco Della Santa, Mario Panzeri, Paolo Vitali
Settima salita assoluta, prima per il Pilastro Ovest/Nord/Ovest
Quattro giorni in stile alpino, 1000 m di zoccolo e canale dal 2 al 5+ e 50°, poi 700 m di pilastro di 6+/A2
"Dopo la durissima esperienza al Cerro Murallon mi ripromisi di provare altre esperienze, l'Himalaya e gli 8000, il Peru e quant'altro, prima di ritornare a farmi sbattere dall' infernale vento patagonico..... invece, appena finito il servizio di leva, il primo grande viaggio mi vide di nuovo in queste magiche terre australi, e ancora una volta ebbi la fortuna di realizzare una prima di grande soddisfazione, su di un granito veramente da sogno!"  P.V.

Cerro Murallon  Relazione Photo Gallery     pdf   
  Biografia Casimiro Ferrari    Dal diario di Carlo Aldè    Considerarioni e aneddoti di Paolo

10-14 Febbraio 1984
Casimiro Ferrari – Carlo Aldè – Paolo Vitali
Prima salita assoluta, per lo spigolo Nord/Est

Cerro Murallon1300 di dislivello ED+; quattro giorni e mezzo per la salita in stile alpino dopo due mesi e mezzo di assedio (poche corde fisse usate sullo zoccolo e i primi tre tiri), un giorno nella bufera sui pendii sommitali per tentare la discesa da Ovest verso il Cile, ed un altro giorno per la discesa in doppia sulla via di salita. La spedizione comprendeva inizialmente anche Marco Ballerini e Fabio Lenti, rientrati dopo due mesi.
"Una montagna di scomodo accesso, sconosciuta, sul confine tra Cile ed Argentina, 100Km in linea d'aria a sud/ovest del gruppo del Torre; tre mesi di assedio, 31 notti passate in truna di neve alla base, sette giorni in parete per la salita finale di cui gli ultimi tre nella bufera e senza cibo .... tutto ciò alla tenera età di 19 anni. 
Ancora oggi credo rimanga la salita e l'esperienza nel complesso più dura e sofferta di tutta la mia vita verticale e non! "   P.V.



Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  Paolo Vitali – www.paolo-sonja.net