Pamir Alai - Turkenstan '98.
Informazioni utili per organizzare il viaggio

Peak 4810 e P.1000anni

La Russian TowerVisto di ingresso
Per poter ottenere il visto d'ingresso nelle neonate repubbliche ex sovietiche del Kazakistan, Kyrghistan, Uzbekistan e Tadjikistan, bisogna prima ricevere una lettera d'invito ufficiale da parte di una agenzia locale, che va poi inviata, insieme ai passaporti e ad una foto tessera, all'ambasciata piu' vicina. In Italia non esiste l'ambasciata del Kyrghistan, quindi il visto per questo stato viene rilasciato dall'ambasciata kazaka che ha sede in Roma. Il visto per uno di questi stati da comunque la possibilita' di rimanere un massimo di 72 ore in qualsiasi repubblica dell'ex Unione Sovietica.

Agenzie
Generalmente l'agenzia che fornisce la lettera d'invito e' in grado di organizzare la logistica del viaggio, piu o meno completa a seconda delle vostre esigenze. Molto utile, viste le difficolta' linguistiche nei villaggi, l'affiancamento di una persona che faccia da guida, interprete ecc. In genere vengono proposti giovani studenti universitari.
Un'organizzazione completa per tre persone/28 giorni costa circa 1300 $ a testa; ogni componente in piu' abbassa la quota procapite di un centinaio di dollari. La cifra comprende i seguenti servizi:

    • supporto per le formalita': visto, registrazione alla polizia locale, permesso di transito
    • trasporto da e per l'aereoporto
    • tutti i trasporti interni
    • hotel a due stelle nella capitale
    • tende per il trekking ed il campo base
    • tenda-cucina ed attrezzatura per il campo base
    • pasti in albergo e durante gli spostamenti
    • approvigionamento di cibo per il campo base, esclusi i cibi speciali per la parete
    • stazione radio in onde corte per eventuale collegamento a Tashkent in caso di soccorsi
    • persona di supporto per tutto il periodo di permanenza
    • cavalli per il trasporto del materiale fino al campo base


Vi sono diverse agenzie sia a Tashkent che nelle altre capitali, Biskek o Alma Ata, ed altre addirittura russe. Quella a cui ci siamo rivolti ha sede a Biskek, e si puo' contattare via fax ma meglio via E-Mail: itmc@imfiko.bishkek.su  Fax: +996-3312-541002 / 429825

Viaggio
Voli su Tashkent si possono trovare con le compagnie aeree Aeroflot, turca...., British Airways e Lufthansa, con prezzi variabili da 1.200.000 a 1.800.000 £.
Un'alternativa molto più economica, circa 300 $ andata e ritorno, ma che allunga il viaggio di circa una settimana, e' quella di prendere in treno via Mosca; il visto di ingresso in Kyrghistan e' sufficiente per attraversare gli altri stati. E' un'alternativa senz'altro affascinante, ma evidentemente bisogna avere a disposizione un periodo più lungo che le ferie...

Approvvigionamento e campo base
Tutti i viveri per la permanenza al campo base devono essere acquistati a Tashkent e trasportati con il proprio mezzo fino a Katran o Vorukh. Pastore della Valle di LaylakDa qui si utilizzano gli animali da soma, che generalmente sono facili da trovare. Molto più impegnativa è la trattativa per l'affitto, che tuttavia va accettata come parte del rapporto con la popolazione.
Nel grande e ben fornito mercato di Tashkent si puo' trovare ogni genere alimentare; nelle valli ed al campo base invece si puo' solo sperare di trovare qualcosa dai pastori: latte, burro, yogurt, e a volte del pane fresco.
Se vi appoggiate ad una agenzia, tutto il materiale per il campo base sara' fornito da loro, comprese le tende. Consigliabile anche la dotazione di una radio ad onde corte, fornita dall'agenzia, che anche se di qualita' scadente, offre qualche possibilita' in piu' in caso di problemi gravi.
Si può evitare di portare dall'Italia anche le bombolette di gas; le agenzie sono in grado di fornirvi delle cartuccie tipo Epigas/Hush riciclate, con gas meno prezioso, per circa 3 $ l'una.

Avvicinamento
L'avvicinamento piu' breve alla regione di Lyalyak comincia al villaggio di Ozgorush, circa sette chilometri dalla cittadina di Katran, in territorio kyrgyso. Un giorno di cammino e' sufficiente per raggiungere i campi base.
Per la regione di Karavshin l'avvicinamento piu' semplice e' dalla cittadina di Voruck, due giorni di cammino. Voruck e' pero' un "isola" tadjika entro il territorio kyrgyso e cio' comporta parecchi problemi,
a causa dei ripetuti controlli da parte della polizia tadjika, specialmente lungo le linee di confine. Molti gruppi, per evitare inutili perdite di tempo e denaro, preferiscono partire da Ozgorush per raggiungere la regione di Karavshin attraverso un passo a 3300 m. nella valle di Batken; si tratta comunque di un tragitto di due o al massimo tre giorni. E' l'itinerario che abbiamo seguito al ritorno.
A chi volesse avere una panoramica su tutte le vallate (Lyalyak, Aktubek, Ortochashma, Karavshin, Batken) possiamo consigliare il nostro percorso. Con l'aggiunta di alcune varianti per visitare entrambe le valli di Kara-Su ed Ak-Su nelle regioni di Lyalyak e Karavshin potrebbe diventare un trekking molto interessante.

Meteo
La regione e' famosa per la stabilita' metereologica che generalmente caratterizza i mesi di luglio ed agosto, e permette di arrampicare anche alle rilevanti quote di 4/5000 metri senza grossi problemi di temperatura. Naturalmente alcune stagioni costituiscono un'eccezione alla regola ..... Ne sappiamo qualcosa.
Un'abbigliamento alpino e' quindi sufficiente e, se intendete limitarvi ad arrampicate su granito nella valle di Ak-Su e Kara-Su del Karavshin, risultano anche inutili scarponi e materiale da ghiaccio.

Fuso orarioPeak 4810 alias Bastion
L'Uzbekistan e' quattro ore avanti rispetto al nostro orario solare, quindi tre ore durante la stagione estiva in cui da noi vige l'orario legale. Per il Kyrghistan bisogna aggiungere un'ora.
In definitiva, nelle valli dove si arrampica, si è quattro ore avanti rispetto alla nostra ora legale.

Note alpinistiche
Gradazioni
La gradazione originale russa e' fatta con una scala chiusa al 6B, con la mentalita' delle competizioni nazionali. 6B indica una parete con esposizione generalmente nord, molto lunga, dove si devono affrontare molti bivacchi, con le massime difficolta' di roccia e ghiaccio, e naturalmente con pericoli oggettivi. Occhio quindi a non confonderlo con il 6b francese per l'arrampicata sportiva !
Tutte le spedizioni non russe in quei territori hanno però adottato le classiche gradazioni francesi o UIAA a ciu siamo piu' abituati.

Bibliografia


Previous
Next
Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  Paolo Vitali www.paolo-sonja.net