LARIOCLIMB - Climbing around the Lake of Como


SCIALPINISMO INTORNO AL LARIO
PREALPI LECCHESI - GRUPPO DELLE GRIGNE
B9.ZUCCO DEI CHIGNOLI 2163m
da Pasturo (LC)
Photo-Gallery Versione stampabile PDFBookmark and Share


 
 
 


Foto gentilmente concesse da Beppe Rusconi
 
Lo Zucco dei Chignoli, importante elevazione della cresta meridionale del Grignone, rappresenta una interessante alternativa alla “classica” su questo versante. E’ riservata ai buoni sciatori e va intrapresa in condizioni assolutamente sicure, in quanto l’itinerario è sovrastato da ripidi pendii dai quali si possono verificare distacchi di grandi dimensioni.

Periodo
Fine inverno – inizio primavera. Grazie all’esposizione la neve si trasforma con relativa rapidità.

Accesso 
Da Lecco salire a Ballabio (dir. Valsassina) e proseguire per Taceno-Introbio. Giunti al Colle di Balisio 723m continuare in discesa e, oltrepassata la deviazione per Barzio, parcheggiare di fronte al Caseificio MAURI a q. 620m circa. Oppure, poche centinaia di metri più avanti, salire a sx a Pasturo 641m, dove si parcheggia per poi imboccare la strada (segn.33) per il Pialeral.
E’ anche possibile partire dalla Cappelletta del Sacro Cuore (oltre il distributore sulla Piana di Balisio, imboccare una sterrata a sx fino alla Cappelletta a 815m) riducendo il dislivello a 1350m.

Percorso
Dal Caseificio seguire brevemente la provinciale, quindi salire i prati parallelamente ad una stradina che porta ad una fattoria. Salire a sx alla strada proveniente da Pasturo. Ancora per prati a riprenderla più sopra; seguirla per 500m e alla prima curva risalire i prati tornando sulla strada che poi, perdendo leggermente dislivello, attraversa il ponte sulla Valle dell’Acqua Fredda. Sempre per la strada, ora più ripida, e quindi per bei pendii (vecchio skilift dismesso) con percorso non obbligato si raggiunge il Rif. Antonietta al Pialeral 1420m. Da qui salire al pianoro soprastante portandosi verso sx all’imbocco della Foppa del Gèr. Proseguire obliquamente a sx, imboccando delle vallette tra piccole fasce rocciose. Le pendenze si fanno via via più sostenute, giungendo alla evidente depressione della cresta meridionale del Grignone, la Bocchetta della Bassa 2110m, dove sorge il Bivacco Merlini. Salire ora verso sx fin presso la cresta (terreno ripido; attenzione alle eventuali cornici) traversando infine allo Zucco dei Chignoli 2163m.

Discesa
Lungo l’itinerario di salita, oppure direttamente dalla vetta su terreno ripido, obliquando infine a sx fino alla Foppa del Gèr. Da qui ancora lungo l’itinerario di salita; giunti sopra la Valle dell’Acqua Fredda si scende per prati fino al torrente (ponte), per poi risalire a riprendere la strada.

Cartografia: KOMPASS 1:50.000, foglio 105, Lecco - Valle Brembana
 
Versione stampabile PDF


Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2017  www.paolo-sonja.net
Accessi alla pagina SCIALP
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja