LARIOCLIMB - Climbing around the Lake of Como

SCIALPINISMO INTORNO AL LARIO
MESOLCINA - LARIO OCCIDENTALE
E3.MONTE TABOR 2079m
da S.Bartolomeo, Val Cavargna (CO)
RELAZIONEVersione stampabile PDFClicca per scaricare il gdb GARMIN della gitaApri con Google Earth
Bookmark and Share PHOTO GALLERY
27/12/2008  Monte Tabor, da S.Bartolomeo, Val Cavargna (CO)
Poche settimane fa abbiamo potuto sciare un bel percorso conosciuto solo dai locals sul versante nord, oggi siamo tornati al M.Tabor dal lato della Val Cavargna; altra gita molto bella e raramente frequentata! Anche oggi 20cm abbondanti di fresca su fondo duro, un breve tratto un po' crostosa solo sotto i 1200m prima della stradina per Oggia. Altri amici si sono diretti sempre in Val Cavargna alla Garzirola e al Pizzo di Gino, tutti hanno trovato le stesse ottime condizioni di neve.
Relazione
Profilo Altimetrico
Clicca per ingrandire
Salita al Tabor con sfondo su Bregagno e Marnotto
Gita poco conosciuta, che meriterebbe una maggiore frequentazione. La dorsale ed i pendii del Pizzo di Sebol offrono una stupenda discesa; il bosco invece è sciabile fino ad Oggia, poi può convenire seguire la strada. Il tratto del Pizzo di Sebol ed il pendio sommitale richiedono neve assestata, e il dislivello dipende da dove si arriva in macchina (la strada per Oggia non è tenuta pulita).

Periodo
Pieno inverno, inizio primavera.

Accesso 
Da Como o Lecco-Colico raggiungere Menaggio e salire verso Porlezza fino a Carlazzo, da cui si imbocca la strada della Val Cavargna che si segue fino a S. Bartolomeo. Al tornante a sx, appena usciti dal paese,  deviare a dx seguendo Via Panoramica (ignorare la deviazione in salita a sx: Via ai Monti) che scende a S.Rocco, parcheggiando prima della chiesetta. Prendere la ripida sterrata che scende al ponte sul torrente della Valle dei Molini (q.800m, qualche spiazzo) e proseguire per la strada, ora asfaltata in salita con tre tornanti, fino al nucleo di Oggia. 

Percorso
Giunti ad Oggia 1118m (delle baite a q.930m si può salire a sx per radure; poi tracce nel bosco riportano a Oggia), attraversarla e salire il bosco soprastante lungo un sentiero sbucando a Rus 1316m. Salire ora su terreno più aperto raggiungendo la dorsale (grande ometto di sassi) che si segue fin sotto il Pizzo di Sebol 1706m. Salire fin quasi alla sua sommità e traversare sul filo abbassandosi leggermente fin sotto il pendio finale che porta facilmente sul Monte Tabor 2079m.

Discesa
Per l'intinerario di salita, in caso di neve sicura è possibile scendere direttamente sotto il Pizzo di Sebol tornando in diagonale a sx a Rus, da cui si può scendere ancora a dx per ripidi prati, superando un breve tratto di fitta boschina fino ad un sentierino che riporta velocemente ad Oggia.

Cartografia
CNS 1:25000 1334 Porlezza; CNS 1:50000 287 Menaggio
KOMPASS 1:50.000, foglio 91, Lago di Como Lago di Lugano
Lago di Como 1:35.000 ZetaBeta
 
Versione stampabile PDF


Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2008-2010  www.paolo-sonja.net
Accessi alla pagina SCIALP
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja