LARIOCLIMB - Climbing around the Lake of Como

SCIALPINISMO INTORNO AL LARIO
PREALPI LECCHESI - GRUPPO DELLE GRIGNE
B2.GRIGNA MERIDIONALE o GRIGNETTA 2177m
dai Piani Resinelli (LC) per la Cresta Sinigaglia con discesa nella Valle del Gerone
PHOTO GALLERYVersione stampabile PDFClicca per scaricare il gdb GARMIN della gitaApri con Google Earth
Bookmark and Share 
Profilo Altimetrico
Clicca per ingrandire
A sx la cresta Sinigaglia a dx il canale est
A sx la cresta Sinigaglia a dx il canale est
Nonostante il breve dislivello è una gita riservata a ottimi ed esigenti scialpinisti, da affrontare solo in condizioni assolutamente sicure, dopo che il canale della Valle del Gerone abbia già scaricato. Serve buona attitudine al terreno ripido con tratti su rocce innevate. Per arrivare in vetta si percorre la parte finale della Cresta Sinigaglia che presenta tratti esposti con catene, spesso sommerse dalla neve: piccozza, ramponi ed imbragatura con un paio di cordini-moschettoni.

Periodo
Pieno inverno – inizio primavera.

Accesso 
Da Lecco salire a Ballabio (dir. Valsassina) e da qui ai Piani dei Resinelli. Prima del grande parcheggio salire subito a destra al Rifugio Soldanella 1354m dove si parcheggia. Spesso si può proseguire per la  sterrata, in genere tenuta pulita per l’accesso alla fattoria ai Pra Cassin, fino alla sbarra con divieto, o poco più avanti sulla curva prima di una grande baita a destra.

Percorso
Si può salire per la Cresta Sinigaglia integralmente, i prati iniziali con gli sci e poi a piedi, oppure nel ripido canale appena a dx del Torrione Fiorelli (difficile con gli sci) ed un ultimo tratto per riprendere la cresta comunque a piedi. Si continua spallando gli sci lungo il filo di cresta fino al Saltino del Gatto 2061m, da cui si prosegue su terreno impegnativo con catene per canalini e cresta aggirando dei risalti, superando un’ultima paretina fino in vetta alla Grignetta 2177m. 

Discesa
Tornati al Saltino del Gatto, scendere per i pendii a Sud portandosi leggermente a sx, poi aggirare a dx un gruppo di guglie riprendendo i prati iniziali: alcuni tratti sassosi possono obbligare a togliere gli sci. Oppure: discesa “super” nel canale ad Est subito sotto il Saltino del Gatto; passaggi ripidi (oltre 40°) e nella parte bassa alcune strettoie da passare a piedi. Giunti al “Gerone”, sul sentiero della Traversata Bassa, si rimettono le pelli di foca per tornare all’auto.

Cartografia: KOMPASS 1:50.000, foglio 105, Lecco - Valle Brembana
 
Versione stampabile PDF


29/01/2009 - Saltino del Gatto (2061m), salita ddalla cresta Sinigaglia, discesa per il canale della Val Gerone (LC)
Sono quelle cose che hai davanti agli occhi per una vita e per un motivo o per l'altro non capita mai di farle! Oggi le condizioni erano perfette, senza sapere esattamente dove saremmo saliti e scesi siamo partiti dai Pra Cassin, le pelli ci hanno portato a salire nel canale a destra del Torrione Fiorelli fino a riprendere la cresta Sinigaglia, che abbiamo seguito a piedi fino al Saltino del Gatto. Per la discesa non abbiamo avuto dubbi: il canalone est sotto il Saltino del Gatto sembrava in condizioni strepitose, e così era! La sciata è stata super su fondo duro coperto da fresca, solo l'ultimo tratto a raggiungere il "gerone" aveva grumi di slavina gelati, e due strettoie dove proprio gli sci non passavano fatti a piedi, ma senza neppure calzare i ramponi.


Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2009-2016  www.paolo-sonja.net
Accessi alla pagina SCIALP
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja