MOUNTAIN BIKE IN ALTA VALTELLINA
Passo di Gavia – Dosso Tresero
S.Caterina Valfurva (1735m) – Passo di Gavia (2621m) – Rif.di Gavia (2541m) – Ponte di Pietra (2445m) – Baita dei Pastori (2445m) – Pian delle Marmotte (2354m) – Alpe di Tresero (2266) – Ponte delle Vacche
La Photo GalleryVersione Stampabile PDFClicca per scaricare il gdb GARMIN della gitaPagina Indice Mountain Bike

Quota max
Sviluppo
Dislivello
Non pedalabile
2621 m
27 Km
970 m
2 Km
Note: Un interessante combinazione per abbinare la bella salita su strada al Passo di Gavia con una impegnativa discesa su sentiero.
Percorso: Da Santa Caterina Valfurva salire al Passo di Gavia per la strada asfaltata, una bella salita di quasi 15km che alterna tratti al 10-12% con altri decisamente più soft dove prender fiato.
Variante: dopo pochi km é possibile una bella ma faticosa variante salendo a Paradiso/Plaghera per sterrate e quindi sulle ripidissimle piste da sci per la Sunny Valley. Alla curva a quota 2460 lasciare la strada per scendere a sinistra nei prati, ripidi ma si riesce a stare in sella, arrivando al Ponte dell"Alpe a riprendere la strada del Passo Gavia.
Dal Passo (Rif.Bonetta) tornare fino al Rif.Berni, dove comincia sulla destra una stradina sterrata in direzione del vecchio Rif.di Gavia. Attraversato un ponticello prendere a sinistra il sentiero n° 25 per il Ponte di Petra e Dosso Tresero. Il sentiero è molto tecnico ma per lo più pedalabile, si scende spesso ma in genere solo per pochi metri. Passato il caratteristico Ponte di Pietra occorre spingere la bici per una breve salita, dove il sentiero torna a spianare si rimonta in sella, sempre su terreno molto tecnico che obbliga spesso a metter giù i piedi o scendere brevemente. Porre particolare attenzione all’attraversamento delle due cascate, prima e dopo il Baitello del Pastore, perchè in caso di acqua abbondante possono essere un po’ insidiose portando la bici!
All'incrocio con il sentiero 25b che scende ripido sul Dosso Bolon, é possibile scendere per questo fino al Ponte delle Vacche, ma vi sono diversi tratti dove occore scendere, meglio proseguire spingendo ancora un tratto di salita fino ai pascoli sottostanti il Dosso Tresero. Per salire alla croce del Dosso conviene lasciare la bici e riprenderla al ritorno, altrimenti abbandonare il sentiero principale per scendere su una traccia in una valletta puntando in direzione del ripetitore, fino ad incrociare il sentiero in prossimità dell’Alpe di Tresero. Appena sotto l’Alpe comincia una mulattiera con fondo difficile ma sempre pedalabile fino al Ponte delle Vacche, dove una breve salita conduce alla sterrata che in breve riporta sulla strada del Gavia.

Cartografia: KOMPASS n°72 1:50.000 - Ortles/Cevedale
                    TABACCO n°08 1:25.000 - Ortles/Cevedale.
Mappa Topografica
Clicca per ingrandire la mappa
Altimetria e mappe ricavate da BaseCamp® TrekMap® Lombardia rappresentano la traccia GPS rilevata usando Garmin® EDGE800
 
 

Testi, disegni e immagini: Copyright  © 2009-2014  Paolo Vitali – www.paolo-sonja.net