.

Clicca per la versione stampabile
Andrea Gaddi
Masino Bregaglia
Regno del Granito
Tipografia Polaris Sondrio 2007
€ 24,00
Distribuzione in proprio di Andrea Gaddi
Versione stampabile Clicca per scaricare la topos da stampare
 

All'interno della guida, nella sezione introduttiva titolata "La Parola ai Protagonisti", il nostro breve testo che segue. PV&SB

Una stagione superlativa
Versione stampabile Clicca per scaricare la topos da stampare
Come altro descrivere quelle estati intorno a fine anni ’80 - metà anni ’90 spese sul granito del Masino-Bregaglia e della Val di Mello! 
Per anni abbiamo affittato una stanzetta affumicata in una baita in Val di Mello, da cui partivamo per le nostre scalate nei fine settimana primaverili ed estivi. Dopo aver salito la maggior parte delle vie storiche (da Kundalini all’Oceano Irrazionale) ci siamo accorti delle potenzialità che la Valle ancora offriva e, grazie ad una particolare predilezione per l’arrampicata in aderenza, abbiamo cominciato ad aprire vie nuove sulle placche compattissime, usando in modo molto parsimonioso gli spit piantati a mano salendo dal basso. 
Questa tecnica ci ha poi permesso di esplorare in modo nuovo pareti allora assai poco frequentate delle cime del Masino – Bregaglia: I Pilastri Siamesi del Pizzo Torrone Occidentale, La Meridiana del Torrone, il Cavalcorto, la Costiera dell’Averta, la Punta Bertani, il Ligoncio, ma anche sulle cime più conosciute abbiamo trovato grandi spazi di avventura. Fra queste la Nord-Est del Pizzo Badile, dove non ci pareva vero poter lasciare la nostra traccia accanto a tanti nomi per noi mitici! Il tutto sempre con un’arrampicata piacevole, libera, e mai forzata.
Ma un capitolo particolare di questa storia è stato senz’altro la parete Est del Pizzo Qualido. 
Immaginate di scoprire una struttura delle dimensioni di El Capitan quasi del tutto da esplorare (erano stati i Sassisti a metterci il naso per primi qualche anno prima), ad un’ora di macchina da casa!
Roba da non dormirci più la notte, con la frenesia di andarci il più presto possibile. Così per una decina di stagioni, appena sciolta la neve, il venerdì sera ci si trasferiva all’Hotel Qualido, un masso spiovente con un muretto di riparo a poca distanza dalla parete, per scalare il sabato e la domenica su terreno vergine, in un ambiente da favola, quasi sempre in totale solitudine! 
Ancora oggi ci pare impossibile aver potuto godere di questa fortuna, che ci ha permesso di esprimerci per così tanti anni prima che altri scalatori se ne accorgessero e la prendessero in considerazione… Una stagione davvero superlativa!
Paolo Vitali & Sonja Brambati
Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2007 Paolo Vitali – www.paolo-sonja.net