Costiera del Monte Scione
Vie Saltamartino e Pulce d'acqua
.

La Costiera del Monte Scione
Disegno di Pietro Corti
Nei momenti di relax al Rif.Gianetti si sta di solito col naso all'insù a rimirare le moli meravigliose di Badile e Cengalo. Dalla parte opposta della valle la lunga costiera del Monte Scione appare meno interessane, essendo piuttosto rotta ed in ombra fino al pomeriggio. Eppure qualcuno l'ha guardata meglio: già nel 1979 un commando di Sassisti fece visita al pilastro più evidente, trovandoci un ambiente più severo e "fresco" del previsto! Le vie più recenti solcano le placche compatte agli estremi della parete.

Accesso: a) dal Rif.Gianetti seguire il sentiero Roma verso dx, attraversando la Val Porcellizzo. Abbandonarlo prima che inizi a salire verso il Passo Camerozzo ed abbassarsi su ganda verso la Bastionata. Nel settore sx la parete inizia con una fascia di placche adagiate di granito chiaro, che continua in una compatta placconata verdarstra (neve alla base fino ad estate inoltrata). La via A parte su una rampa obliqua a dx, che porta soto gradoni rovesci incisi da un diedro; la B inizia poco più a destra sulle placche che salgono ad un caminetto. Traversando sotto la parete si raggiunge il canalone tra la P.ta Bertani e P.ta Moraschini. Per la via C risalirlo fino ad un camino (neve) posto a dx dello srapiombo di rocce chiare. Al termine della bastionata si nota una placca compatta, delimitata sulla dx da un canalino, poco prima di questo inizia la via D (dal Rif.Gianetti ca 1h.30').
b) Tutte le salite si possono tranquillamente percorrere anche in giornata dai Bagni di Masino, seguendo l'accesso al Rif.Gianetti fino al grande ometto di sassi, poco prima del quale si abbandona il sentiero per salire il costone erboso di dx per tracce (ca 2h.)

A) A luna piena - O.Brambilla, S.Cattel 28.6.1991 - 340m 7L. 4/6+, 7- . 4 chiodi in via
     Arrampicata un po' discontinua ma su roccia ottima al limite sx delle placche.
B) Pilastro dei venti polari - F.Madonna, G.Merizzi, G.Miotti 7.7.1979 - 335m 9L. 3/6-
     Linea di diedri e fessure completamente da attrezzare, un po' erbosa.
 

Saltamartino
Aperta il 9 Luglio 1988 da Paolo Vitali & Sonja Brambati
Sviluppo ca 350m, max 6+ (UIAA)
In via: 2 spit + 7 di sosta
Utile: una serie di dadi, 4 rinvvi, corde da 50m.
Discesa: in doppia sulla via.
Note: la via supera direttamente la placconata su bella roccia rugosa, con molti tratti "valdimellici" .... protezioni "lunghe" sulle placche. Soste attrezzate con 1 spit.

La Pulce d'acqua
Aperta l' 11 Giugno1988 da Paolo Vitali & Sonja Brambati
Sviluppo ca 200m, max 6+/7- (UIAA)
In via: 5 spit + 5 di sosta
Utile: una serie di dadi e friend, 4 rinvvi, corde da 50m.
Discesa: in doppia sulla via.
Note: itinerario breve ma molto interessante su ottimo granito ruvido e compatto; placche, diedri e fessure cieche che richiedo esperienza per proteggersi con dadi e friends.

Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  Paolo Vitali www.paolo-sonja.net