Consultate anche la pagina - Grecia oltre la verticale
Appunti di viaggio - Una proposta per la primavera e l'autunno
La falesia di Odissea
Kalymnos
Grecia Verticale
PARETI n 16 - Luglio 2000 - pag.24-31
Sonja alla falesia di Poeti....................Il porto di Pothia
 

Un tramonto dalla grande grottaKalymera climbers!
Avete ancora a disposizione una settimana di ferie e non sapete dove andare? Se poi l'estate appena trascorsa  il tempo e' stato particolarmente inclemente, ed in montagna avete preso tanta acqua e freddo  allora avete proprio bisogno di asciugare le ossa prima dell'inverno, senza perdere pero' l'allenamento faticosamente acquisito. Noi vi consigliamo Kalymnos: qui' potrete veramente divertirvi arrampicando in un ambiente da favola dove caldo, mare e roccia sono un tutt'uno. Questa piccola isola del dodecaneso greco, a pochi chilometri dalla costa turca si sta' velocemente conquistando un posto di primo piano nel panorama dei nuovi santuari dell'arrampicata sportiva. Scoperta casualmente da Andrea Di Bari in viaggio di nozze, che vi e' poi prontamente tornato in compagnia di trapano ed fix, e' ora prevalentemente presidiata da gruppi di arrampicatori tedeschi, che alternano le ripetizioni delle vie esistenti con qualche giornata dedicata alla chiodatura di nuovi settori. Falesia di ArkQuesta potrebbe essere la formula chiave per molti anni, perche' la decina di chilometri di costa occidentale dell'isola e' ben lungi dall'esaurire le sue enormi potenzialita' arrampicatorie! Fino ad ora sono state prevalentemente prese di mira le taglienti placche di calcare grigio, con difficolta' abbordabili, mentre i grandi archi strapiombanti sono ancora quasi completamente da scoprire ..... per di piu', sono stati saliti solo i monotiri piu' facilmente attrezzabili, visto la difficolta' di raggiungere la cima delle strutture piu' grandi e la repulsione anche dei piu' forti arrampicatori sportivi a salire qualche tiro dal basso. Quindi immaginate quante belle vie di tre o quattro tiri potranno nascere quando qualche volenteroso alpinista violera' la cima delle varie strutture salendole dal basso! La giornata tipo a Kalymnos prevede colazione con caffe' greco, un po' di mare nelle ore piu' calde e poi arrampicate o attrezzatura fino alle super-cromatiche luci del tramonto, il momento migliore per gustarsi la tiepida roccia; doccia e riposino prima dell'immancabile insalotona greca e pesce o specialita' di carne. Il Monastero di KasteliIl tutto condito dalla calorosa e simpatica accoglienza dei locali, molto ben disposti verso i turisti e specialmente gli arrampicatori, a maggior ragione se italiani. Gli anziani, infatti, amano raccontare in un italiano un po' stentato il loro trascorso sotto la nostra dominazione prima della seconda guerra mondiale e non mancano di ricordare la gentilezza e cordalita' dei nostri connazionali. Altro non vogliamo aggiungere per convincervi a visitare Kalymnos! 
Kalynikta e buon divertimento. 
 

 Informazioni logistiche.
La Grande GrottaPer raggiungere l'isola di Kalymnos il mezzo pi rapido volare su Kos (Olympic Airways via Atene); dall'aeroporto di Kos un bus della Olympic conduce al porto di Mastihari(10 min.), da cui partono i traghetti per Kalymnos (45 min.), sbarco a Pothia. Sull'isola conviene noleggiare una moto per spostarsi e raggiungere le falesie. Per dormire la soluzione ottimale affittare una stanza od un appartamento (studios); il prezzo si aggira sulle 5000 dracme al giorno per una stanza (1 Grd +/- Lit. 6). Quasi tutti gli arrampicatori si appoggiano a Stefanos Gerakios (Tel.: 0030-0243-47036  fax.: 48290) ed alla sua ospitale famiglia per le stanze e le moto. 8a+ al settore di OdisseaStefanos funge anche da punto di raccolta delle informazioni sulle nuove falesie attrezzate. Numerose trattorie e ristoranti per cenare (molti chiudono nella seconda met di ottobre). Le carte di credito MASTER CARD e VISA sono accettate e si pu prelevare a Pothia, non e' accettata la DINERS. La maggior parte delle falesie sono esposte ad ovest, il che permette di arrampicare anche nei mesi estivi nonostante il clima particolarmente caldo. I periodi migliori per una visita all'isola sono comunque la primavera e l'autunno. L'arrampicata varia dalle placche a goccie e concrezioni agli strapiombi con buchi e canne. Finora sono stati attrezzati molti tiri con difficolta' medio basse e la maggior parte degli strapiombi attende ancora un salitore. Quest'anno sono nati molti tiri impegnativi per merito di alcuni gruppi di climber tedeschi, per ora i piu' assidui frequentatori dell'isola. Inutile dire che vi e' anche la possibilita' di realizzare diverse vie nuove di piu' tiri dal basso.     Paolo & Sonja.
 
 


Mappe d'orientamento
Clicca la mappa per ingrandirla - Click the map to enlarge it Clicca la mappa per ingrandirla - Click the map to enlarge it Clicca la mappa per ingrandirla - Click the map to enlarge it
.
Sonja alla falesia di NordCape
The second Kalymnos rock climbing Festival will be held on October 2-8 2004
Disponibile la nuova guida completa di KALYMNOS ad opera di Aris Theodoropoulos con il comune di Kalymnos; ordinabile ai seguenti indirizzi: 
oreivatein.gr/climb/kalymnos/climb/eng/a_frameset-eng
http://www.kalymnos-isl.gr/climb
traduzione in italiano di Paolo Vitali.
Altre informazioni generali http://www.center.gr/climb
Per il noleggio di auto/moto sull'isola potete consultare il seguente sito: www.kalymnosrent.com
Testi, disegni e immagini: Copyright    Paolo Vitali – www.paolo-sonja.net